Go to content

KiaMotors, un vantaggio anche per l'economia europea

    Nel suo ultimo rapporto appena pubblicato l'ente indipendente di consulenza finanziaria LondonEconomics ha confermato il peso che le attività di KiaMotors Europa hanno sull'economia del continente.

    Nella relazione "The economic and societal benefits deriving from the presence of Kia in Europe" dedicata al marchio coreano, vengono indicate le ricadute finanziarie delle attività di KiaMotors Europe e il suo contributo in termini di posti di lavoro, pari a 184.386 impiegati nei vari Paesi europei, riconducibili alle diverse attività produttive e commerciali.

    Il contributo economico delle attività di Kia, comprendendo i dazi doganali e le imposte dirette, sul bilancio dei governi europei ha raggiunto nel 2016 il valore di 1,2 miliardi di euro, con un aumento del 39% rispetto al dato del 2013 che era di 865 milioni di euro.
    Nel suo report LondonEconomics rivela come l'intera attività di Kia in Europa corrisponde a un valore economico pari a 7,6 miliardi di euro, calcolando il GVA (Gross Value Added o Valore Aggiunto Lordo) e considerando il peso economico del contributo che tutti i servizi riconducibili a Kia danno al prodotto interno di ciascuna nazione.

    L'impianto produttivo europeo di Kia a Žilina, in Slovacchia, dà lavoro direttamente a 3.800 dipendenti a tempo pieno e lo scorso anno l'attività ha comportato l'acquisto di beni e componenti per 5,2 miliardi di euro, dei quali 3,8 miliardi (corrispondenti al 73% del totale) spesi all'interno del Vecchio continente. Nel 2017 lo stabilimento ha ricevuto altri 130 milioni di euro di investimenti da Kia Motor Company per l'allestimento delle linee destinate alle nuove produzioni.

    Il Chief Operating Officer di KiaMotors Europe, Michael Cole, ha così commentato i risultati di questa ricerca: “Kia ha fatto investimenti multimiliardari in Europa a beneficio dei nostri clienti e con conseguenze importanti per l'intero continente. Il nuovo report di LondonEconomics riconosce la portata della nostra attività e le sue ricadute economiche; da parte nostra c'è l'impegno costante a sviluppare produzione e servizi, in modo da far crescere ulteriormente i benefici per l'azienda e l'intera comunità”.

    Nel 2016 Kia ha venduto in Europa 435.316 vetture, il 12% in più rispetto al 2015, corrispondenti al 2,9% del totale mercato. Nella prima metà del 2017 le vendite sono già arrivate a 251.472 unità, in crescita del 9,5%, raggiungendo così la quota del 3%.